Una strana coppia


Coppia stupefacente con degna tribuna

di Gianni Gennari

Umberto Veronesi, scienziato famoso, mi
evoca un tram: fuori dai binari, un disastro. A febbraio in Tv ha
dialogato per 6 ore con Alessandro Cecchi Paone, colui che dichiarò:
«Ho lasciato Roma perché ci sono troppi preti» ("Il Venerdì",
9/4/2004). Ora "L’Unità" (7/5, p. 40: "Veronesi, l’etica laica e la
battaglia delle fedi") dall’evento trascurato da tutti, offre un brano
davvero stupefacente, ove Cecchi Paone esordisce: «i Paesi dove è
ancora molto forte il sentimento religioso sono quelli più arretrati
dal punto di vista scientifico-tecnologico». E lo "scienziato"
conferma: «È normale, perché scienza e fede sono in contraddizione». Si
sa infatti che gli Usa, ove «il sentimento religioso è ancora molto
forte», sono arretratissimi. Ma il Paone incalza criticando «Benedetto
XIV» (sic! I due in ritardo di tre secoli, Ndr), il dialogo continua a
livello, Veronesi afferma che «i medici non credenti curano meglio di
quelli credenti" per la scienza un mondo ateo è meglio di quello
religioso" l’etica laica è mille volte superiore a quella religiosa» e
aggiunge: «come non credente ho acquisito serenità assoluta perché non
ho più dubbi». Qualcuno diceva che i laici sono cultori del dubbio?
Ultimo botto di Veronesi a Cecchi Paone estatico: «l’islamismo è una
bella religione, molto più evoluta del cristianesimo, perché Dio è puro
spirito»! «Molto»? Sì, ed è cosa davvero evidente. Che dire? Paiono
deliri e "L’Unità" che pubblica questo brano scegliendolo da 6 ore di
diaologo, dà prova di un’acutezza di giudizio del tutto in linea con
quella della strana coppia.

Annunci

30 Responses to Una strana coppia

  1. skay says:

    Ciao Ettore, mi ha colpito la frase del Dott. Veronesi: " I medici non credenti curano meglio dei credenti" (!?) Qui il "tram" ha deragliato di grosso …..purtroppo per esperienza personale (ho dovuto girare per molti ospedali!) ho potuto constatare una stridente differenza tra i medici credenti e non. I medici credenti non solo mettono al primo posto la salute del paziente ma mettono a disposizione di tutti gli ammalati (soprattutto i più indigenti) la loro grande preparazione, la loro professione con umiltà, dedizione e soprattutto amore…. ho dovuto visitare reparti oncologici non solo di grandi Ospedali Regionali, ma quelli piccoli di provincia e conosciuto Primari ,Oncologi, Chirurghi Oncologi ecc. che fanno soprattutto prevenzione contro il cancro, salvano vite, in strutture che lasciano a desiderare e con scarsità di mezzi in totale anonimato e senza interviste in TV. Io penso che il Dott. Veronesi, sappia molto bene che quando la scienza si deve fermare di fronte ad una diagnosi che non lascia speranze, allora è l’Amore, inteso come fattore umano nel rapporto tra medico e paziente (mi riferisco ad un malato terminale) che gioca un ruolo fondamentale……nella qualità di vita degli ultimi mesi di un ammalato. Mi fermo qui perchè il discorso potrebbe andare oltre…tu mi hai già capito (Eutanasia). Volevo chiudere riguardo ai medici non credenti…….ottimi, per carità ma forse è una questione di soldi……(è una mia opinione) Ciao,a presto

  2. Ettore says:

    Se un personaggio pubblico avesse detto che un medico eterosessuale cura meglio di uno gay, o che quelli credenti sono più bravi degli altri, già sarebbe alla (meritata) gogna mediatica. Il razzismo va bene, basta che sia contro i credenti.Ciao 🙂

  3. ...Là... says:

    @ Skay: cito: Volevo chiudere riguardo ai medici non credenti…….ottimi, per carità ma forse è una questione di soldi……(è una mia opinione)Critichi chi dice che i medici credenti sono peggiori dei non credenti, e poi fai la stessa cosa ma al contrario?? Un medico non credente non può avere dei valori, una passione, la voglia di aiutare il prossimo? Sono valori preclusi ai non cattolici? Che generalizzazioni banali e ridicole. Ci sono medici bravi e medici non bravi, indipendentemente dal loro pensiero religioso, che penso sia l’ultima cosa da guardare per giudicare l’operato di un medico, anzi non dovrebbe influire per niente, e soprattutto non dovrebbe mai impedire di agire nell’intesse esclusivo del paziente (per questo io abolirei anche la possibilità di ricorrere all’obiezione di coscienza, ma questa è un’altra storia).

  4. Jole says:

    Veronesi è quello che, ad una mia amica, che per ringraziarlo dopo un intervento gli aveva portato la famosa mozzarella di bufala campana, ha detto << no grazie, io nn la mangio a causa della diossina>>: magari aveva pure ragione….ma ke finezza!!!!

  5. Ettore says:

    Là: L’obiezione di coscienza, se ben usata, è un diritto e non un vezzo.

  6. Ettore says:

    Jole: In effetti sulle sparate di Veronesi si potrebbe scrivere un libro.

  7. ...Là... says:

    cito: L’obiezione di coscienza, se ben usata, è un diritto e non un vezzo.Io non la vedo in questo modo, comunque non è argomento dell’intervento e non vorrei andare fuori tema, se ti interessa ho scritto in proposito un intervento sul mio blog dove ho esposto tutte le ragioni per cui non la trovo giusta.

  8. skay says:

    X Là: Ciao, purtroppo non è solo una critica, parlo per esperienza personale: Anche un sorriso da parte di un "Luminare " lo devi pagare…… e il problema sussiste quando la malattia colpisce una persona ancora giovane…..finchè si è produttivi e si "contribuisce" al PIL tutto va bene, ma quando ti ammali e non puoi lavorare allora sono problemi, scendi nella profonda contraddizione della Sanità in Italia che dovrebbe essere "gratuita" per tutti invece no sei sempre dirottato vero lo "studio" dello specialista con salate parcelle da pagare……… Ribadisco che il medico credente ha una sensibilità in più, perchè personalmente ho avuto la "fortuna" di incontrarne molti, sono Angeli, certo non lavorano gratis, ma nemmeno cercano di arricchirsi in maniera spregiudicata con la propria professione.

  9. skay says:

    X Là: vorrei ricordarti che il post di Ettore riguarda un’intervista del Dott. Veronesi che muove varie "critiche" per poi arrivare ad affermare che i medici non credenti curano meglio dei credenti………Se lui può esprimere opinioni e critiche (attraverso interviste!) perchè non potrei farlo io anche se solo sulle pagine di un blog? Mi stai attaccando perchè sono cattolica? Ha ragione Ettore: il razzismo va bene basta che sia contro i credenti.Comunque accetto le tue critiche……..parliamone.

  10. Marina says:

    ehehe! Pensa se qualcuno di noi dovesse dire: ho lasciato la Federico II perchè c’erano troppi anticlericozzi… Ecco che pioverebbero i vari: xenofobo, razzista, oscurantista ecc. ecc….Ma Veronesi è quello che ha detto che il basilico è cancerogeno, mentre approva l’utilizzo dei termovalorizzatori? Va bè ma lui è un super partes in quanto ateo…il fatto che le società che producono questi incerenitori lo paghino profumatamente non incide sulle sue asserzioni…

  11. Ettore says:

    I termovalorizzatori sono l’unica cosa che mi trova d’accordo con lo "scimmione" (così lo chiama Ferrara). Li usano dappertutto, e sempre meglio della monnezza per strada no?

  12. ...Là... says:

    cito: Ribadisco che il medico credente ha una sensibilità in più, perchè personalmente ho avuto la "fortuna" di incontrarne molti, sono Angeli, certo non lavorano gratis, ma nemmeno cercano di arricchirsi in maniera spregiudicata con la propria professione.Se lui può esprimere opinioni e critiche (attraverso interviste!) perchè non potrei farlo io anche se solo sulle pagine di un blog? Mi stai attaccando perchè sono cattolica? Veramente sei tu che stai dicendo che un medico non cattolico non ha valori e lavora solo per soldi. Io ho detto che ci sono medici bravi o meno, indipendentemente dalla loro posizione religiosa, rileggiti il mio commento se non l’hai capito.

  13. ELLE DI LUNA says:

    Secondo me è il concetto di distinguere tra credenti e non, ke nn va bene! Sensibilità, umanità, carità…, nn sono prerogative dei credenti. Anzi, purtroppo ci sono molti cattolici, anke prelati, ke si comportano al contrario di quanto predicano! Un buon medico è colui ke mette al primo posto il benessere del paziente e quindi mette l’amore al primo posto, e questo può farlo anke ki non crede in Dio, ma crede negli uomini! Buon weekend a tutti. LUNA

  14. Angelo says:

    quoto luna al 100%

  15. Ettore says:

    Una cosa è dire che i medici non credenti curano meglio dei credenti, e un’altra che questi ultimi hanno una sensibilità in più. La prima è un’affermazione razzista, la seconda è un’opinione che si può condividere o meno.

  16. Ettore says:

    No. Se un medico non credente cura meglio, vuol dire che dà le medicine giuste mentre quello credente è una sorta di babbeo. Si mette la cosa sul piano professionale. A me non sembra che Skay volesse dire che i credenti sono sensibili e i non credenti una sorta di mostri avidi di soldi. Semplicemente nella sua esperienza personale i medici credenti si sono mostrati più disponibili, ha tutto il diritto di dirlo. Se io dicessi che, potendo scegliere, preferirei un medico donna penso che nessuno mi accuserebbe di sessismo, nè con questo vorrei dire che i medici uomini sono dei sadici senza pietà. No, c’è una gran bella differenza.

  17. Ettore says:

    Senza contare poi il contesto. Se a un tizio che dice che i dottori curano meglio delle dottoresse, io rispondessi che invece preferisco queste ultime è chiaro che c’è anche un pò di stizza da provocazione.

  18. Marina says:

    Ettorino mio, se guardi gli spettacoli di Beppe Grillo o il suo blog, ti rendi conto di un sacco di cose in merito a questi inceneritori (perchè altro non sono, gli hanno cambiato solo in nome). Ti vogliono far credere che l’unica alternativa alla munnezza sia questa roba…ma credimi, non è così. L’unica differenza sostanziale è che un inceneritore di nuova generazione ti tramuta la materia bruciata in nanoparticelle, che sono minuscole e non le percepisci, ma te le ritrovi nel tuo corpo, spesso sottoforma di tumore. Il comune di Modena ha aperto un’inchiesta per omicidio colposo a causa di uno di questi cosi…Questi link potranno aiutarti:http://www.beppegrillo.it/2008/02/cancronesi/index.html#commentshttp://www.beppegrillo.it/2008/05/una_lettera_di_2/index.html#commentsUn bacio!

  19. skay says:

    Il mio commento è partito proprio dalla posizione netta del dott. Veronesi :" I paesi dove è molto forte il sentimento religioso sono quelli più arretrati da punto di vista scientifico-tecnologico " …. poi rincara la dose, " i medici non credenti curano meglio dei credenti " (la mia stizza!) Voglio sottolineare che quando "parla" un oncologo di fama internazionale come Veronesi è facile che le sue interviste abbiano risonanza internazionale (lui lo sa molto bene!) per questo non trascura l ‘attacco alla Chiesa, ( sostiene che scienza e fede sono in contraddizione) ritenendola responsabile di ingerenze sullo "sviluppo scientifico -tecnologico" del nostro paese (l’Italia) e di conseguenza della sua arretratezza! Il mio commento (la mia stizza) era riferito proprio a questo. Mentre per contro ci sono medici " Credenti" che si rimboccano le maniche e "agiscono" tenendo fede al loro giuramento senza scagliarsi contro i vari "governi" che sono certamente i veri responsabili della situazione pietosa della nostra sanità. Perchè lo sviluppo della ricerca scientifica dovrebbe andare di pari passo alla professionalità dei medici e all’ efficienza di tutti gli ospedali: nord, sud, isole comprese.La mia opinione (se posso esprimerla!) è che un medico di fama mondiale, dovrebbe non solo rivolgere i propri sforzi alla ricerca scientifica, ma offrire il proprio contributo per migliorare la base a cui è rivolta QUELLA RICERCA SCIENTIFICA; molti ospedali del sud (e non solo) sono da "quarto" mondo per cui si assistono averi e propri "esodi Biblici" di malati verso il suo istituto a Milano, nulla di male! Anzi onore e merito al Dott. Veronesi, non si potrebbe esportare anche al sud un pò di "sviluppo tecnologico – scientfico" ? Piuttosto che intraprendere battaglie esemplari a suon d’interviste a favore dell’Eutanasia e quant’altro? Perchè è lì che voleva mirare il dott. Veronesi…..nulla di male per carità, c’ è una grande libertà di stampa, di pensiero, ma dovrebbe esserci anche un minimo di rispetto verso quel "sentimento religioso" che lui critica tanto,e non credo sia responsabile dello stato di arretratezza della nostra sanità pubblica, ma che intanto "agisce"……..

  20. skay says:

    La mia opinione razzista? Può darsi, il mio primo commento (questione di soldi) era anche una provocazione, forse rabbia, perchè il diritto alla salute dovrebbe essere un diritto di tutti.

  21. skay says:

    vorrei lasciare un commento sugli inceneritori: dal terrazzo di casa mia si vede la torre del termovalorizzatore di Acerra che si staglia nel "nitido" cielo blu della provincia di Caserta e Napoli…la mia opinione? Forse è troppo tardi per l’inceneritore….in Campania soprattutto nel Casertano e nel Napoletano si è perpretato un disastro ambientale di dimensioni tali che penso sia impossibile porvi riparo, inquinamento delle falde freatiche, terreni, fiumi, litorale marino ecc. da metalli pesanti, veleni di ogni tipo, amianto, fanghi di impianti di depurazione ecc.. tutte sostanze cancerogene…..tutto questo è scaturito dall indagini della Magistratura di S.Maria C. Vetere e Napoli, che ha accertato tutti gli illeciti dello smaltimento dei rifiuti in Campania.Vorrei aggiungere che i cittadini di Acerra si sono opposti per anni alla costruzione del Termovalorizzatore anche perchè sostenuti da una politica a favore della tutela dell’ambiente…….ok, encomiabile ! Mai rifiuti Sig. Ministro dell’ambiente? Bah…..non si vedono!…..certo perchè la Camorra li ha sepolti sotto terra! ( mia provocazione) Basta leggere il Libro Gomorra di Roberto Saviano per capire. Adesso l’emergenza rifiuti in Campania è rientrata, si è passati alla differenziata…….le discariche sono diventate "zona militare" e funzionano……Ma alla Campania resta il primato di Regione a più alto tasso di mortalità per cancro, è una vera e propria epidemia che colpisce particolarmente fasce di età dai 40 ai 55 anni………ma di questo si parla poco ……..perchè non ha senso criticare il sentimento religioso quando le "emergenze" sono altre.

  22. skay says:

    scusate ho dimenticato di aggiungere che dividere i medici in "credenti" e "non credenti". non è partita da me……..

  23. Ettore says:

    Un’altra cosa che mi chiedo è questa. Quando quel famoso nobel se ne uscì con la dimostrazione "scientifica" che i neri sono meno intelligenti dei bianchi scoppiò un grave scandalo. Critiche, polemiche, titoli di giornali ecc…come mai per queste esternazioni di Veronesi non accade nulla di tutto questo? Se non avessi letto questa rubrica di Avvenire probabilmente non ne avrei saputo niente e credo anche molti di voi. Da che dipende? Io sospetto che ormai il razzismo contro i credenti sia uno sport così comune che non fa nemmeno più notizia. Se il papa avesse detto che i medici credenti curano meglio, credo che adesso starebbero già discutendo se toglierci o meno la cittadinanza…

  24. Marina says:

    Skay rose: sono d’accordo con te! Trascorriamo giorni, anni, a parlare di cose che possono essere sì importanti (medici credenti o non), ma che si rivelano secondarie rispetto ad emergenze di questo spessore. Beh, devo dire che a Casalnuovo abbiamo "risolto" con la differenziata, ma non ho capito come funziona, dal momento che quando passa il camion gli operatori ecologici mettono tutto dentro… Comunque è vero, siamo rovinati. Ho letto Gomorra (che mi ha leggermente spiazzata, oltre ad alimentare la voglia già insita in me di andarmene al più presto da Napoli) ed ho vissuto questa l’emergenza rifiuti molto da vicino, e quando intendo vicino intendo che non potevamo aprire le finestre…ce l’avevamo di fronte (v. mio album foto). Se pensiamo che quello che abbiamo vissuto è solo la punta dell’iceberg…

  25. skay says:

    Ciao Marina, mi fa piacere scoprire che sei anche tu della Campania, e sono d’accordo con te "che quello che abbiamo vissuto è solo la punta dell’ iceberg", ma credo che noi cittadini, da soli non possiamo fare nulla, siamo "invisibii" ma quando prendiamo coscienza della realtà che ci circonda e uniamo i nostri "consensi" possiamo cambiare le carte in tavola. Vedi è INCONCEPIBILE che immagini di Napoli e altre città sommerse dai rifiuti abbiano fatto il giro del mondo….e che l’unica soluzione sia stata quella di mandare la monnezza in Germania….

  26. skay says:

    Mia opinione (che non conta nulla) è che un "Luminare" come il Dott. Veronesi non dovrebbe mai e poi mai "classificare" i propri colleghi Medici, anche se meno famosi di lui, in base al proprio credo religioso, che poi lui sia portavoce di una "corrente di pensiero" ben precisa ….questo è un’altro discorso in base al quale mi sento di affermare che i medici credenti sono migliori….dei non credenti (rincaro la dose parlando di business!)Personalmente penso che chiunque, Medici, Scienziati ,Premi Nobel ecc, all’apice della propria carriera dovrebbero offrire il proprio contributo scientifico al servizio dell’umanità in senso positivo, altrimenti il loro sapere risulta sterile,o addirittura mero delirio di onnipotenza…….mi chiedo che senso ha che uno degli oncologi più famosi al mondo attacchi la Chiesa soprattutto i colleghi credenti, dividendoli in categorie……. solo delirio di onnipotenza.

  27. Marina says:

    Completamente d’accordo con Skay Rose….quando vuoi passa sul mio blogghettino, ovviamente l’invito è rivolto anke agli altri! Un bacio a tutti!

  28. skay says:

    Marina, passerò volentieri da te….ciao e a presto

  29. Davide says:

    Là: probabilmente non leggerai il mio intervento; ad ogni modo, l’assunto fondamentale dell’intervento di Ettore è appunto questo, che non si può valutare la capacità di un medico in base alla sua religione ma esclusivamente sulla base dei risultati che ottiene.Che poi esistano *opinioni* circa esperienze personali, singoli medici, singole persone, è molto diverso. Mio padre è stato un buon Carabiniere. Se domani leggessi sui giornali che un membro dell’Arma ha fatto qualcosa di male non verrebbe certo meno la mia stima nei confronti di *tutti* i Carabinieri.Infine: l’obiezione di coscienza è un diritto.Sancito per legge e fondato su un attento studio della Costituzione; legge fondante di uno Stato democratico (e non dittatoriale) che riconosce al cittadino diritti, oltre che doveri. Un saluto,Davide Gorga

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: