L’oscurantismo illuminato della legge 40

Ma guarda, la legge «crudele»
funziona

di Marina Corradi


I figli nati da fecondazione assistita in I­talia
sono quasi raddoppiati. Secondo la relazione presentata al Parlamento e de­dicata
all’attuazione della legge 40, l’in­cremento di nascite in tre anni è netto:
nel 2007 sono ‘transitati’ per le provette oltre novemila bambini, contro i
meno di cin­quemila del 2005, primo anno in cui tutti i centri italiani erano
stati monitorizzati. Il primo elemento dunque nel bilancio del­la legge passata
attraverso l’aspro scontro del referendum, è che non c’è stato il crol­lo di
nascite e la generalizzata fuga all’e­stero delle coppie che non riescono a con­cepire.

Oltre frontiera ‘deve’ andare chi vuole una diagnosi prenatale dell’em­brione,
e dunque una selezione fra i figli concepiti, oppure chi ne chiede il conge­lamento,
vietato dalla legge italiana. Al di fuori di queste possibilità, peraltro etica­mente
critiche e non solo per i cattolici, i numeri della Relazione dicono sostan­zialmente
che la legge funziona; e sem­brano anche svuotare dunque, nel meri­to, il
ricorso avanzato alla Corte Costitu­zionale dai suoi avversari.

Segue qui:

http://www.avvenire.it/Commenti/MA+GUARDA+LA+LEGGE+CRUDELE+FUNZIONA_200903280732183670000.htm

Questo l’articolo riportato da sito dell’UAAR:

La Regione Toscana pubblica, prima fra tutte le regioni
italiane, i dati circa l’applicazione della legge 40 sulla fecondazione
assistita. L’elemento più significativo riguarda la fecondazione in vitro:
dalle 803 del 2003, l’ultimo anno in cui non esisteva alcuna regolamentazione,
si è passati ai 1.425 del 2004, primo anno di approvazione della legge, fino ai
1.897 del 2005. Dunque un raddoppio, e oltre, degli interventi, e nessun segno
di quel crollo del ricorso alla procreazione assistita che era stato annunciato
dai detrattori della legge 40, secondo i quali una volta proibiti fecondazione
eterologa, congelamento e analisi pre-impianto dell’embrione le coppie italiane
sarebbero emigrate massicciamente all’estero per ottenere la gravidanza vietata
in patria dalla “legge crudele”

Segue qui:

http://www.uaar.it/news/2006/09/24/legge-funziona-raddoppiati-risultati/

Annunci

5 Responses to L’oscurantismo illuminato della legge 40

  1. Alberto says:

    A che serve riportare la fonte UAAR, se a sua volta la fonte UAAR è Avvenire?Comunque se io mi permettessi di cercare di pubblicare un’analisi statistica così grossolana mi vedrei sbattute le porte in faccia pure dal giornalino della scuola…

  2. Ettore says:

    Infatti la scuola naviga in brutte acque. Cmq non cito Avvenire e UAAR insieme per parcondicio, semplicemente mi interessava l’articolo e ho citato la fonte da dove ho preso il testo. Anche se ho trovato particolare non trovare nel sito un controarticolo. almeno io non l’ho trovato.

  3. Davide says:

    Alberto: chi cita una fonte evidentemente la ritiene attendibile. In caso contrario lo dichiara esplicitamente.O no?Davide

  4. Alberto says:

    Ettore: C’è nei commenti alla notizia, proprio sul sito UAAR. E’ quello più in basso. Davide: Infatti l’Avvenire la fonte non la cita affatto, così taglia la testa al toro.

  5. Ettore says:

    La fonte di Avvenire è la relazione presentata al Parlamento da Eugenia Roccella, che ha raccolto i dati delle varie cliniche. Se ci sono inesattezze io sono pronto a riconoscerlo, però mi sembra un pò pregiudiziale. Ti riferisci al primo commento? Quello sì che non indica alcuna fonte e l’argomentazione principale è, appunto pregiudiziale, perchè Avvenire è di parte. Per cui dovrei supporre che invece il signor Filippo, fra accuse di immoralità e oscurantismo, sia super partes; e non poteva mancare il complotto clericale…Se la legge fosse stata un totale fallimento si dovrebbe assistere a una diminuzione dei centri e delle nascite, e a questo si sarebbe dovuto accompagnare il turismo procreativo. Ma se ci sono più nascite rispetto a prima della legge, come può essere questo? Bisognerebbe supporre un improvviso aumento dell’infertilità, e cmq in tempo di crisi tendono ad aumentare gli aborti (come sta avvenendo) non le nascite. L’unica fonte citata riguarda il 2004, nel complesso c’è veramente poco.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: