Noi e le scimmie

 

Abbiamo parlato, qualche giorno fa, del Progetto Grande Scimmia e della adesione da parte della Spagna. Cercheremo adesso di approfondire la dimensione ideologica della questione, riassumibile in queste affermazioni:

«Che piaccia o no, gli esseri umani sono grandi scimmie» e proteggere i diritti di queste ultime «è una responsabilità etica», ha detto ieri Joaquin Araujo, presidente spagnolo del Progetto internazionale Grande Scimmia.

"Condividiamo più del 95% del nostro patrimonio genetico con i grandi primati – ha detto qualche tempo fa il deputato socialista Francisco Garrido.

Un argomento, quello genetico, spesso usato anche da ferventi animalisti come Veronesi. Ma quanto c’è di vero in tutto questo? A riguardo abbiamo trovato qualche interessante passaggio, tratto dalla Pontificia Accademia per la Vita:

“Questi argomenti impressionano molto in quanto sono dati per immagini e sembrano condurre al seguente paragone: l’uomo differisce dall’animale solo per poco più dell’1%. “L’errore maggiore, che spesso si commette – ribatte il biologo Jean-Didier Vincent – consiste nel dire che siamo paragonabili al 99% agli scimpanzé”.78

Innanzitutto, la quantità non è così trascurabile. Il genoma umano è costituito di tre miliardi di basi di nucleotidi. Secondo le ultime stime, la differenza è dell’1. 2%, per cui ci sono meno di 40 milioni di nucleotidi di differenza tra l’uomo e lo scimpanzè.

Secondo, la quantità non ci dice tutto. Bisogna considerare anche l’ordine. L’analisi diretta delle porzioni di genoma mostra che ci sono mutazioni selettive tra i geni (essendo i nucleotidi rimpiazzati da altri)79 inserimento o scomparsa di brevi sequenze di DNA,80 duplicazioni di frammenti di gene,81 e ricostituzione di intere porzioni di cromosomi.82 Messi insieme, tutti questi elementi aumentano la distanza genetica tra l’uomo e lo scimpanzè ad un 5%. Pertanto, Svante Paabo, Direttore del Dipartimento di Genetica presso il Max- Planck Institute dell’Antropologia dell’Evoluzione a Leipzig, afferma: “Questo piccolo 1. 2% (di differenza tra la sequenza del DNA dell’uomo e quella dello scimpanzè) può significare molto, soprattutto se le diverse ridisposizioni, duplicazioni e delezioni osservate sono aggiunte ai 40 milioni di mutazioni selettive”.83

Allo stesso modo, se i geni si riassemblano molto, i cariotipi si diversificano: quello dell’uomo ha 46 cromosomi, quello dello scimpanzè 48, e quello di alcuni tipi di scimmie arriva fino a 70. Le differenze nell’architettura dei cromosomi porta ad una differenza nell’espressione dei geni e quindi anche dei geni regolatori da cui dipendono molti altri geni.

[…]

Inoltre, la prossimità e la somiglianza genetica sono sorprendenti solo se vengono interpretati ingenuamente in modo lineare e analitico. Attualmente la genetica è orientata verso un’interpretazione del genoma non lineare, ma piuttosto combinatoria o addirittura sistemica.84 “L’effetto combinante dei geni spiega come piccole differenze genetiche possano avere considerevoli conseguenze sugli esseri”, nota il genetista Axel Kahn.85

[…]

Infine, vale la pena di ribadire la necessità epistemologica di una corretta distinzione tra discorso scientifico e filosofico: inferire, dalla sottile distanza genetica tra l’uomo e lo scimpanzè (fatto scientifico) la non-specificità dell’uomo (affermazione filosofica) è un sofisma. Questa è la conclusione cui giunge un articolo su questo argomento: “Bisogna…diffidare di conclusioni pseudo- filosofiche che, secondo alcuni autori, deriverebbero dal lavoro dei biologi. Dedurre da questi che l’uomo è un nulla, un accidente non è “una conseguenza derivante dai fatti scientifici. Allo stesso modo, il carattere unico dell’essere umano non è messo in questione dalla piccola distanza genetica che lo separa dalla scimmia. Il valore attribuito ai fatti scientifici non deriva dalla scienza”

http://www.academiavita.org/template.jsp?sez=Pubblicazioni&pag=testo/embr_preimp/idepascal/idepascal&lang=italiano

 

Il messaggio di fondo del Gap è che l’uomo è solo una scimmia come le altre. Per questo vogliono estendere anche ai babbuini i diritti umani. Nonostante le prudenze del governo spagnolo non è difficile trovare dichiarazioni spontanee come queste, che non lasciano spazio a dubbi:

«Il progetto Gran Simios – ha detto Joan Herrera, uno dei deputati ideatori della proposta che ha scandalizzato la Chiesa – consiste praticamente nel dare alle scimmie alcuni diritti che sono tipici degli esseri umani»

 

Cioè diritti umani per le scimmie. E tutto in base a considerazioni probabilmente molto ideologiche (per usare un eufemismo) e ben poco scientifiche.

Annunci

12 Responses to Noi e le scimmie

  1. enza says:

    Ettore ho ascoltato il pezzo di Caparezza che mi dicevi l’altra volta.http://www.youtube.com/v/lldurZv1fbE&color1Credo che farsi una sonora risata sia il modo migliore per rispondere a certe sciocchezze…..confido che più andremo avanti e più ci sarà da divertirsi.L’alternativa quale sarebbe:piangere?!A me intanto viene solo da ridere :-)))

  2. Jole says:

    Se però si riuscisse a discuterne trasversalmente, senza tirare in ballo il credere o il non-credere in Dio sarebbe il massimo…..Io domando: qual’è la necessita di estendere i diritti umani alle scimie? Esistono gia i diritti degli animali, e sono contro la crudeltà di cui spesso sono vittime, non sono sufficienti?Anzi, dirò di più, oggi sono tutelati dalla legge, in Italia, più gli aimali che le persone: si va in galera x atti di crudeltà verso gli animali e per lo stupro ci sono gli arresti domiciliari!E poi di quali diritti parliamo? votare non credo, lavoro non credo, libertà di opinione non credo…..allora non capisco…sono limitata! Anche con i topi l’uomo condivide molto del patrimonio genetico, difatti sono purtroppo usati proprio x questo come cavie nei laboratori x sperimentare farmaci, estendiamo pure a loro i diritti umani? E poi, scusate se è poco, forse dovremmo discutere se davvero i diritti umani sono rispettati x gli uomini…lì ci sarebbe molto più da dire, saluti

  3. Danilo says:

    Ettore sei un Grande ^^ stai attendto ad achille :-p Dio ti benedica carissimo ^^

  4. Ettore says:

    Enza: La canzone che dicevo io è questa:http://www.youtube.com/watch?v=g8YKS8KReEIIl Bonobo sì che è buono, non va mica al Family Day! XD

  5. Ettore says:

    Jole: Infatti io non credo che si possa parlare di diritti degli animali, è meglio di parlare di tutele che noi concediamo. Hai ragione a dire che ormai pensano più agli animali, si possono fare tantissimi esempi. Come quelli che protestano per il maltrattamento degli orsi in Cina ma non hanno problemi con i prigionieri politici, i campi di lavoro, le torture, le sterilizzazioni e gli aborti forzati, il genocidio delle bambine ecc ecc… Io infatti non accetto quasi mai gli inviti animalisti su cose di questo genere, pur condivdendo le motivazioni di fondo non mi sembra giusto…Ciao 🙂

  6. Ettore says:

    Danilo: Non ti preoccupare, il nome che porto io è quello di un martire cristiano 😉

  7. Alberto says:

    Hai ripetuto due volte lo stesso paragrafo :-)Comunque il paragone fra scimmie e umani ha fondamenta più nell’etologia e nelle neuroscienze che nella genetica. Quella indica solo parentela.

  8. Ettore says:

    Ops, grazie 😉

  9. Davide says:

    Per quanto riguarda le neuroscienze si possono tracciare paralleli interessanti, tuttavia il vero problema si presenta nel momento in cui si tenta di "quantificare" l’essere umano, sulla base del colore della pelle, dell’etnia o (in questo caso) dei geni, poiché partendo da un presupposto scientifico o pseudoscientifico si scavalcano i confini della stessa scienza per giungere ad altrimenti ingiustificabili ed indimostrabili affermazioni – e possibili discriminazioni.Non è soltanto un atto sbagliato moralmente; è anche illegittimo intellettualmente, in quanto non si tiene conto del salto gnoseologico compiuto trasferendo le conoscenze scientifiche direttamente nell’etica senz’alcun filtro (come evidenziato nell’articolo stesso).Inoltre, sono conoscenze che appaiono molto semplificate – troppo semplificate per non lasciare spazio ad un sospetto di influenza ideologica. Sia pure introdotta sotto altra forma.Infine, non trovo alcun male a discutere di "diritti degli animali" (sono vegetariano, per mia personalissima scelta); trovo molto preoccupante, invece, che di diritti umani ci si occupi molto poco…Un saluto,Davide Gorga

  10. Ettore says:

    Concordo 🙂 Si sente puzza di ideologia a un miglio di distanza.

  11. ╬✞Nadir spaces says:

    ciao ti auguro una buonasettimana divertiti aricyaonadirhttp://img25.imageshack.us/img25/2157/87052563.jpgFarò della mia anima uno scrignoper la tua anima,del mio cuore una dimoraper la tua bellezza,del mio petto un sepolcroper le tue pene. Ti amerò come le praterie amano la primavera,e vivrò in te la vita di un fioresotto i raggi del sole.Canterò il tuo nome come la vallecanta l’eco delle campane;ascolterò il linguaggio della tua animacome la spiaggia ascoltala storia delle onde.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: