Perchè abbiamo dichiarato eretici l’amore e il buonumore.

 

Questa espressione di Joseph Raztinger rende in maniera geniale l’idea del mondo che stiamo costruendo. L’amore comincia a diventare qualcosa di strano e di incomprensibile. C’è una strana signora che da oltre venti anni dirige il C.A.V. ovvero il Centro di aiuto alla vita del Mangiagalli. In questo centro si assicura alla donne che vivono gravidanze difficili il diritto di disporre non solo di competenze mediche ma di una vera e propria struttura fatta da esperti dell’ascolto. Questo quando è noto che in Italia, nonostante la legge, moltissime donne abortiscono senza che venga presentato loro una valido supporto materiale e spirituale. Si calcola che il suddetto centro abbia salvato ben novemila bambini, il numero va raddoppiato per due o forse per tre considerando che ognuno di questi bambini è nato soprattutto perché sua madre è stata aiutata in modo serio. Un’opera meritoria come questa dovrebbe sollevare grandi applausi, finanziamenti, riconoscimenti…e invece cosa accade? Accade che qualche giorno fa è stata presentata una interrogazione parlamentare dove si chiedeva al ministro Turco di indagare su questa strana signora che è anche non vedente, Paola Bonzi. E questo perché alle sei di un mattino si è precipitata da casa per aiutare una ragazza, in questo modo lei avrebbe attentato al “diritto” di abortire. Su diversi giornali è partita una campagna di diffamazione, basata praticamente sul nulla, contro questa signora. La verità è che questa persona ci sembra veramente strana, una vita dedicata all’amore per i più deboli. Le sue motivazioni profonde sono incomprensibili per chi ha dichiarato eretico l’amore. Questa storia è solo un sintomo del mondo che verrà. L’amore è ormai fuori legge. Zapatero in Spagna ha eliminato ogni ragionevole riferimento ai termini “padre-madre” in favore di “Progenitore A – Progenitore B” o semplicemente genitori, via anche marito e moglie in favore di “coniugi”. Il punto è che una costruzione ideologica così debole rischia di cadere al minimo colpo. Una bambina che va incontro al padre dicendo “Papà!!” e non “Progenitore!!” segna già di fatto la distruzione dell’ideologia zapaterista. Gli stessi zapateristi sembrano essere infatti consapevoli di avere proprio nella semplice schiettezza dei bambini un nemico mortale. Proprio per questo ora muovono contro i bambini una guerra non dichiarata. In Germania i ragazzi di 14 anni saranno costretti a corteggiare coetanei dello stesso sesso per dimostrare che tanto gay è bello per cui tutti, almeno una volta nella vita, devono farne esperienza. Intanto i professori, durante questi forzosi incontri, dovranno scegliere il genere dei loro alunni. Un lavoro questo davvero indispensabile visto che i generi non sono più quelli soliti, non esistono più il semplice maschio e femmina. Ci sono gli eterosessuali, gli omosessuali, i gay, i trans ecc… e chissà quanto altri, quando la verità è che un maschio è sempre un maschio a prescindere dalle eventuali tendenze. Invece ogni tendenza deve essere promossa al grado di genere e questa pluralità di generi va imposta soprattutto ai giovani. Perché poi questi professori qualche omosessuale dovranno pur trovarlo per non essere accusati a loro volta di omofobia, per cui non è impossibile che alla fine ogni classe dovrà esibire un certo numero di alunni rappresentanti dei vari generi. Se bisognerà obbligare qualcuno pazienza, l’omofobia va combattuta senza pietà. Di questo passo anche il sadomasochismo sarà annoverato fra le scelte di genere. Se pensate che questa guerra si limiti solo agli adolescenti vi sbagliate. In Gran Bretagna sarà vietato nelle scuole elementari dire le parole “mamma” e papà”, ammessi solo i “genitori”. Questo è avvenuto per la pressione delle sempre più potenti associazioni gay le quali ritengono offensivo che si parli di maternità e paternità. Pure i termini “maschi” e “femmine” sono banditi. Anche Zapatero in Spagna ha già preparato un efficiente strumento di lavaggio del cervello imponendo, come materia obbligatoria, ben due ore di “educazione civica” dove insegneranno ai bambini che l’amore fra uomo e donna è un qualcosa di eretico e di potenzialmente omofobo. Le persone si amano e basta, lo dice la Tatangelo. Molti ritengono un progresso che lo stato assuma una ideologia che può reggersi solo su un elenco di paroline proibite dove il termine più offensivo è quello di “papà”, e “mamma” quello più volgare. Poi questi signori vogliono anche farceli passare come campioni del laicismo, di fatto sono però dei laici molto strani perché non consentono diritto di critica nei loro confronti. Già sono molte diffuse le famigerate leggi anti-omofobia che partendo dal nobile intento di eliminare alcune discriminazioni non hanno altro effetto che di crearne di nuove. Già ci sono diversi casi, in Europa come negli Stati Uniti, di persone arrestate perché hanno protestato contro il lavaggio del cervello dei loro figli o perché hanno semplicemente letto passi della Bibbia che pare non siano graditi all’Arcigay. I cosiddetti campioni della laicità in realtà sono la negazione stessa della laicità. Gli stati nelle loro mani diventano piano piano degli stati etici dove non viene riconosciuta l’obiezione di coscienza perché esiste una sola morale, quella dello Stato stesso. Per questo la famiglia è defraudata del suo diritto all’educazione perché sin dalla tenera età lo Stato impone ai bambini la sua etica “civile” che è l’unica possibile. Infatti le leggi anti-omofobia non puniscono solo (e forse per nulla) quelli che incitano all’odio perché per questo bastano le leggi già in vigore. L’obiettivo è di colpire chi osa fare una cosa che in uno stato laico dovrebbe essere totalmente legittima: criticare. La critica può vertere su tutto, anche sui comportamenti sessuali senza essere automaticamente degli incitamenti all’odio.

Inculcare nei cittadini di domani che ci sono paroline che non si possono dire è il metodo migliore per preparare psicologicamente alle future limitazioni della libertà di pensiero e di parola. Orwell ci aveva avvertito dei pericoli della “neolingua", lo strumento di dominio di un potere nemico della verità. Il termine “aborto” rendeva troppo bene l’idea e così è diventato la rassicurante “interruzione volontaria di gravidanza”. Lo stesso vale per la fecondazione artificiale che adesso è la “fecondazione medicalmente assistita”.  Il processo per gli scomodi termini di “mamma” e “papa” è identico solo che adesso è addirittura lo Stato che interviene a creare dei reati d’opinione. Vogliono farci credere che siano cose da nulla, solo piccoli cambiamenti linguistici. Mentono, come hanno sempre fatto.

In Olanda è ormai pratica accettata l’eutanasia infantile, essa è legittimata dalla compassione. Peccato solo che questa “compassione” sia molto simile a quella nazista che pure eliminava pazzi e handicappati per lo stesso motivo.  C’è tutta una serie di malattie che se riscontrate nel bambino (già nato) autorizzano il medico a terminare il paziente con il permesso dei genitori. È così che si è stabilito un nuovo legame di schiavitù genetica dove i genitori hanno potere di vita e di morte sui figli. E tutti quei bei discorsi sulla scelta individuale della dolce morte che fine hanno fatto? La verità è che gli altri scelgono per te in base ai propri indici di gradimento. Fra le malattie che rendono il bambino reo di morte ce ne sono anche di quelle che se opportunamente curate possono assicurare alla persona una vita relativamente lunga con una qualità discreta (perfino per i criteri di quegli odiosi superbi che si arrogano di scegliere quale vita è degna di essere vissuta e quale no). Orami siamo in guerra non contro le malattie ma contro i malati. Dimentichiamo, o fingiamo di farlo, che non esistono malattie incurabili ma solo inguaribili. Inoltre, alle velocità attuali della scienza, ciò che oggi è inguaribile potrebbe non esserlo domani. In Olanda c’è anche il partito dei pedofili. Questo è possibile perché il vaso di Pandora è stato aperto. Se si può uccidere un bambino col consenso dei genitori perché non se ne potrebbe abusare, sempre col loro consenso?

Per anni abbiamo difeso, coperto, spalleggiato quando non finanziato i terribili genocidi della Cina e dell’India. Le tanto decantate politiche familiari hanno portato allo sterminio delle bambine. Effetto della politica del figlio unico è proprio quello di portare alla sistematica eliminazione delle femmine. Tutto questo nell’imbarazzo delle femministe che istintivamente vorrebbero condannare questa selezione con forza ma non possono farlo senza sconfessare tutto quello che hanno detto negli ultimi decenni. Per non parlare degli aborti forzati che pure non abbiamo mancato di finanziare e di omaggiare.

In un mondo laico e razionale anche una sola di queste notizie provocherebbe uno scandalo enorme, abbastanza da provocare dimissioni e cadute di governi. Invece anche tutte queste insieme non scalfiscono nemmeno l’opinione pubblica. Il punto è che se un Parlamento può annullare una realtà così naturale come quella di “marito-moglie” e “padre-madre” è chiaro che può abrogare qualsiasi cosa, anche quello che ora sembra il più fondamentale dei diritti. Il mondo che ci stanno costruendo addosso è il mondo della tristezza e della bigotteria. Infatti se quelle paroline proibite a scuola offendono (in che modo non si sa bene) le persone omosessuali (che meritano tutto il rispetto) si capisce che esse offensive lo sono sempre e dovunque. È possibile che, presto o tardi, se dovesse scapparvi la parolina “mamma” in pubblico tutti vi guarderanno con orrore accusandovi di omofobia. Sarebbe interessante sapere se siano previste punizioni per i piccoli ribelli che, sfuggendo alle maglie della propaganda ideologica, si ostinino nell’uso delle parole che un sedicente stato laico ha proibito. Noi abbiamo deciso di stare dalla parte di quei piccoli eretici con la speranza che non manchino mai. L’unica istituzione che sembra essere rimasta a difesa della ragione sembra essere proprio quella Chiesa Cattolica che per questo deve assolutamente passare come oscurantista, per questo molti ne sono convinti senza nemmeno sapere quale in effetti siano le sue posizioni. La stessa sorte tocca anche a tutti quegli uomini di buona volontà che alcuni chiamano “atei devoti” e piccoli elefantini. I cultori di questomondo triste adesso si sentono vincitori, dimenticano che la Storia è piena dei cadaveri di quei vincitori. Al mondo della tristezza in costruzione non abbiamo da contrapporre un mondo della felicità, perché chi promette i paradisi terrestri lo fa perché sta costruendo un inferno come fece il socialismo reale. Noi possiamo proporre solo un mondo fatto il più possibile d’amore e di buonumore dove le persone che aiutano le donne in difficoltà non vengano dichiarate eretiche. Dove al posto della tristezza degli elenchi proibiti ci siano bambini che anche a scuola possano chiamare i loro genitori con i loro nomi, quelli tanto naturali quanto antichi (molto prima del Cristianesimo, per quanto alcuni vogliano farci credere il contrario). Dove un fatto come quello di un miliardo di aborti in pochi anni non cada nell’oblio dell’indifferentismo morale e politico proprio di quelli che non sanno rispondere altro che bisogna difendere una legge che tanto nessuno tocca e che anzi si vorrebbe far rispettare pienamente. Proprio di quelli che dicono che gli embrioni sono immateriali e che il feto non è vita, solo un’escrescenza amputabile. Qui non conta essere credenti o no, anticlericale o no, l’unica cosa che conta è la scelta del campo, non di genere. O dalla parte della indifferenza, dell’ideologia e della tristezza oppure da quella dell’amore e del buon umore. Vogliono farci credere che la verità non esiste. O lottiamo adesso o siamo destinati a scomparire nell’ombra, in silenzio.  Per un mondo dove le cose si chiamino col loro nome, fatto d’amore e di buonumore vale la pena di combattere, di morire.  

http://www.youtube.com/watch?v=jQvU9aWuqwQ

 

Annunci

15 Responses to Perchè abbiamo dichiarato eretici l’amore e il buonumore.

  1. Marina says:

    Certo è che più leggo i tuoi blog, più mi scandalizzo! Gli atei e gli gnostici non mi fanno lo stesso effetto…
    Vabbè, io tra un pò vado al lavoro, mi faccio accompagnare dal mio genitore, quello con attributi sessuali e psichici tipicamente femminili (ho detto "femminili"…che schifo! Sono proprio un’omofoba!!!) Ehy, sto anche pensando: come la chiameranno la festa del papà, della mamma, della donna?
    Sto un pò ironizzando nella speranza che possa trasparire il mio orrore nei confronti delle persone che, a differenza di noi cattolici bigotti e tarati, si ritengono "tolleranti".
    Per quanto riguarda la "strana signora", beh, dico solo che gli atti d’amore sono sempre quelli meno graditi. Questa non è una novità, dal momento che l’Atto d’Amore per eccellenza (la croce) fatto nei nostri confronti da Gesù Cristo, fa fatica da oltre 2000 anni ad essere riconosciuto. Penso che arriverà il momento in cui ci si renderà conto che FORSE (ripeto…FORSE) bisongerà attingere alla sapienza di Dio, e non solo alla nostra o ad altre che ci indottrinano per bene…beh mi sta durando una vita quest’intervento, come al solito….per cui la termino qui…
    ciao Ettoreeeeeeee!! Continua così!!!
                                                                                                                                Un bacio
                                                                                                                                    Marina.

  2. Ettore says:

     
    Non ti preoccupare, è un piacere leggerti. L’ironia e la lunghezza sono amiche di questo blog. Ciao e buon lavoro.

  3. ℓเภєttค says:

    ciao passavo di qui tramite amici..cmq visto ke ci sono ti faccio i miei auguri di buona pasqua

  4. pandora says:

    Ciao, sono un pò sconbussolata da ciò che ho letto,forse perchè il mio mondo non è cosi complicato,anche se non tutto è bianco o nero,ma i colori dell’arcobaleno ci sono tutti, aldilà di ogni scelta personale che ognuna fa (sono donna).Mi auguro che tutto ciò sia e rimanga solo una provocazione, altrimenti siamo nei guai . Pandora

  5. Ettore says:

    Purtroppo queste sono tutte cose vere…ma i colori dell’arcobaleno li vedo anche io 🙂

  6. enza says:

    sogno che continuiamo a guardare tutti insieme i colori dell’arcobaleno…….e tutti insieme identificarne i colori……è così semplice…….il bianco è bianco ancora in tutte le parti del mondo vero?La natura è così bella……..armoniosa…….perfetta……maledetti quegli occhiali della conoscenza del male……sogno che ancora ritorniamo tutti a vedere.E come quel cieco, Bartimeo che gridava, Gesù figlio di Dio abbi pietà di me, e quando sembrava che Gesù non lo sentisse continuò a gridare più forte:Gesù figlio di Davide abbi pietà di me ….e quando Gesù gli chiese cosa vuoi che io ti faccia?Egli rispose, Maestro che io recuperi la vista.La cecità non è di chi non ha il dono della vista ma di chi pur vedendo non riesce a scorgere la verità perchè la menzogna ha accecato i suoi occhi.Con tutta la forza che può uscire da un cuore profondamente e sinceramente preoccupato: Signore che ognuno di noi recuperi la vista!Grazie Ettore per l’opportunità che ci dai di riflettere…..e per la sensibilità.Dio ti benedica!

  7. Ettore says:

    Grazie a te 🙂

  8. Davide says:

    Oltre l’orrore suscitato da realtà quali "il partito dei pedofili" traspare una realtà ancora più buia – quella dove l’oobligo morale, contraddizione in termini, potrbbe divenire la regola, senza clamori – annullando la coscienza dell’individuo… Davide

  9. Federico Mau DJ 80 says:

    A parte la stupidità evidente di alcune leggi (tipo quelle di demonizzare talune formalità tradizionali, ma anche naturali, come lesive e offensive della omosessualità), e il dubbio partito dei pedofili (cosa intenderanno per pedofilia, forse magari eventualmente quella che io stesso ho inteso nell’altro mio commento?? Oppure quella davvero violenta??), NON concordo affatto sul contenuto del tuo articolo, posto in maniera almeno secondo me parecchio faziosa, parziale, demagogica, retorica, fallace e fuorviante. Tipico stile giornalistico della stampa di filosoficamente conservatrice di destra politica.>>"In un mondo laico e razionale anche una sola di queste notizie provocherebbe uno scandalo enorme" È un mondo laico e razionale. Non mi sembrano stati confessionali o teocratici quelli che hai menzionato, USA a parte.L’opinione pubblica in quegli stati è molto molto più partecipe che da noi in Italia e non ci sono certamente la Censura fatta tramite il controllo mediatico governativo e l’Oscurantismo Cristiano che c’è qui da noi.Gran parte di quello di cui hai parlato, in maniera estremamente parziale e soggettiva, è Auspicabile e anzi mi meraviglio poiché significa che i governi istituzionali mondiali, seppur in maniera non armoniosa e ancora con forti retaggi culturali tradizionali ignoranti, si stanno muovendo verso l’Etica della Filosofia di matrice Progressista grossomodo Strutturalista/Positivista. Ed è solo un accenno molto molto vago e minimo di quello che la Rivoluzione Anarchico-Socialista Umana dovrebbe portare (per intenderci un Mondo Umano simile a quello dei Figli dei Fiori ma Progrediti Tecnologicamente E Scientificamente).Mi rendo conto che un sistema Filosofico ben definito ed organizzato in maniera dettagliata è urgentissimo sempre più, poiché vedo che è alquanto facile fare lavaggi del cervello e indottrinare le menti in assenza di punti di riferimento completi, dettagliati ed esaustivi ben precisi.Hai parlato in un altro tuo intervento di "intellettualoidi" atei e agnostici…..tu invece saresti un mega Intellettuale di primo livello, giusto??Marina ha detto che i blog atei e agnostici non le fanno lo stesso effetto…ovvio, dico io, sono molto molto più corretti, accurati ma soprattutto più neutrali, imparziali ed obiettivi di te, non sono certamente fallaci e faziosi parziali come il tuo. Poi ella parla di "indottrinamento" della Scienza Logica Razionale e di "Sapienza di Dio"….vabbè….meglio stendere il famoso famigerato velo pietoso…È soltanto questione di davvero troppa ignoranza diffusa, purtroppo."Esiste un solo bene, la conoscenza, ed un solo male, l’ignoranza." (Socrate)

  10. Ettore says:

    Certo, perchè sognare una rivoluzione anarchico-socialista-positivista non è da indottrinati. Che bello, avremo i figli dei fiori in versione tecnologica, anzichè col fiorellino in mano avranno un telefonino decorato con graziose margheritine!

  11. Marina says:

    Aspettate, guagliù! Non capisco una cosa: allora..se i blog sono cattolici sono fallaci e poco obiettivi…se sono atei-positivistico-razionali-anarchici-anticlericozzi-eccetteraeccetera sono buoni…giusto?Un’altra cosa: caro Federico, se per te esprimere delle opinioni contrarie alle tue significa essere ignoranti…allora ci sono circa 6 miliardi di ignoranti al mondo.Un’altra cosa ancora: io ho parlato di "altre" sapienze, non ho specificato quali…e non le ho affatto escluse…ho solo detto di tenere in considerazione anche (ripeto ANCHE) un altro tipo di Sapienza.Penultima cosa: mi ritengo istruita…le persone che mi conoscono bene, anche se la pensano in maniera estremamente diversa dalla mia, ci pensano qualche milione di volte prima di definirmi "ignorante".Ultimissima cosa (ma non meno importante): semplicemente ho fatto il callo ai blog atei, nulla di più…mi sono semplicemente abituata….no…sto mentendo..la verità è un’altra: sono innamorata persa di Piergiorgio Ordifreddi! Lo amo, per questo non mi scandalizzaaaaaaaaaaa! Piergiorginoooooooo! TI AMOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO!

  12. ile says:

    E noi che pensiamo che l’erba del vicino è sempre più verde, forse un minimo di lucidità ce l’abbiamo più qui in Italia, patria di orgogliosi mammoni, che credono ancora che la famiglia d’origine sia importante, ma com’è che dovrei chiamare mamma e papà? Dovrei salutarli dicendo " Ciao Progenitore?"

  13. Ettore says:

    Sì, devi dire "progenitore" altrimenti sei una persona che fa discriminazioni…

  14. ile says:

    Ma se chiamassi i miei genitori "progenitori" credo che discriminerei loro che mi hanno dato la vita per non discriminare gli altri… o mi sbaglio?Giusto per fare il punto sulle discriminazioni ti racconto un aneddoto di Vladimir Lussuria: quando spesso gli capitava di sentirsi urlare contro per la strada "brutto fr****" sai cosa gli rispondeva? "Brutto a chi?" credo che quegli idioti prima di insultare di nuovo qualcuno solo perchè gay ci abbiano pensato un pò di più. Possono fare migliaia di leggi ma l’idiota che non rispetta il prossimo ci sarà sempre, il problema è che si rischiano di fare leggi che "spersonalizzano" il pensiero di ognuno sembra che si stia cercando di censurare il libero pensiero e adirittura l’educazione che spetta ai singoli genitori, di certo io non permetterei mai alle mie figlie di chiamarmi progenitore anche se fosse legge. Che poi, al mondo ci sono tantissimi omossessuali che hanno figli anche adottivi, quindi non sono sempre madre se sei una donna e padre se sei un uomo? Più che altro mi fa un pò specie quello che sta accadendo in Germania nelle scuole, dove hai preso la notizia? Un conto è l’educazione sessuale che deve essere insegnata nelle scuole, visto l’alto numero di contagi di hiv e altre malattie , un altro è dover sapere le tendenze dei ragazzi, credo che siano affari loro non dei professori, tra l’altro che vuoi che ne sappia un ragazzo/a di come si svilupperà la loro vita sessuale…. mah, più sto in questo post più i punti di domanda aumentano. Scusa se ho scritto tanto ma c’era tanto su cui rifettere.

  15. Ettore says:

    La notizia la trovai su vari siti gay, questo è uno:http://www.queerblog.it/post/1899/germania-a-scuola-di-omosessualitaNon so se poi la abbiano fatta davvero questa cosa, a me sembra cmq scandalosa e controproducente. Il fatto che poi non se ne sia parlato, come fosse una cosa normale, è un doppio scandalo…lo scoprii qausi per caso.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: