Flores d’Arcais e l’ateismo scientifico

 

Flores d’Arcais, direttore di Micromega, impartisce lezioni di positivismo alla trasmissione di Gad Lerner sulla Sette, “L’Infedele”. Il nostro personaggio si dibatte in una terribile contraddizione. Mi spiego, fra Ottocento e Novecento imperversava il positivismo che era un’ideologia profondamente antireligiosa senza temere di superare i limiti del ridicolo. Infatti gli scienziati positivisti, dopo essersi divertiti nelle loro autopsie, concludevano con certezza che l’anima non esisteva: infatti non era saltata fuori dall’autopsia. Chiaramente un’affermazione del genere oggi farebbe ridere anche la persona più digiuna di metodologia scientifica perché il positivismo è ormai morto e sepolto. L’unico modo per poter affermare con certezza scientifica che non esiste anima immortale è quello di dimostrare la non esistenza di Dio, peccato solo che la Scienza (quella vera) non può prendere, per la sua stessa natura, posizione su un tale argomento perché esula dalle sue competenze. Eppure la “scienza” del Nostro esclude a priori anche solo la possibilità dell’esistenza di Dio o di un creatore, per questo non ha remore di definire “in piena superstizione” chiunque sostenga il contrario rifiutando di piegarsi alla sua pseudoscienza. Quindi sembra che gli ultimi cento anni non siano mai passati per il nostro direttore il quale afferma con decisione che dopo il darwinismo non si può più parlare di anima immortale, perché noi siamo solo “scimmie modificate”. Ora ci sarebbe molto da dire sulla stessa teoria dell’evoluzione e sulla sua interpretazione ma la cosa che ci interessa ora è che uno dei personaggi di spicco del più feroce anticlericalismo ritiene di poter dimostrare scientificamente la non esistenza di Dio e dell’anima. È chiaro che in queste questioni tutte le possibili posizioni sono rispettabili e quindi anche l’ateismo ma quando si pretende che la Scienza sostenga le proprie posizioni teologiche si scade nel ridicolo. L’ateismo va bene, ma l’ateismo scientifico è roba adatta solo a cialtroni di prima categoria. Poi d’Arcais, dopo avere “dimostrato” che il darwinismo confuta l’esistenza dell’anima, prosegue dicendo che il solo pensiero dell’anima è in realtà un “pensiero premoderno”. Altra curiosa caratteristica  degli atei “scientifici” e degli anticlericali un po’ in genere è quella di arrogarsi il diritto di stabilire arbitrariamente cos’è moderno e cosa non lo è. È poi del tutto casuale che tutto quello che piace a loro è moderno, tutto il resto è premoderno per cui tutti coloro che non condividono (ma è sempre un caso) le loro posizioni teologiche sono premoderni. La risibile contraddizione sta proprio nel ritenersi moderno quando invece si fa riferimento ad una vecchia ideologia come quella positivista che ormai non trova quasi più sostenitori. Anche Margherita Hack sostiene che il suo ateismo è un atto di fede e basta, non un atto “scientifico”. Questi anticlericali (o per meglio dire anticristiani) estremisti sostengono di essere i campioni della libertà contro le ingerenze e l’oscurantismo della Chiesa ma non hanno più nemmeno idea di cosa sia il pluralismo. Sono i difensori della laicità dello Stato, ma uno stato nelle loro mani sarebbe il peggiore degli stati etici.

Pertanto riteniamo Flores d’Arcais eleggibile per il Partito Democratico e ci sembra un’ingiustizia che questo nuovo soggetto politico, dopo aver accolto Pannella e Odifreddi, non accetti tra le sua fila anche il direttore di Micromega che risponde pienamente alle caratteristiche di mediocrità e di petulante ignoranza che sembrano ormai essere il requisito fondamentale per la candidatura nel nuovo partito.

Annunci

2 Responses to Flores d’Arcais e l’ateismo scientifico

  1. Valentina says:

    Riporto il parere di un amico , che condivido pienamente:
    se salisse al governo Veltroni entreremo in un periodo decisamente buio….

  2. Ettore says:

     
    A questo punto sì, senza dubbio. Peccato però, all’inizio Veltroni si presentava piuttosto bene e anche se forse non lo avrei mai votato comunque aveva cominciato a piacermi. Invece da un pò non passa giorno che non mi deluda, forse sono stato un pò ingenuo…infondo il P.C. non aveva mai cessato di esistere e ancora oggi sopravvive, cambiano i nomi ma la sostanza è sempre la stessa…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: