Cronaca di un tifoso fai da te II

 

Visto il grande successo del primo capitolo abbiamo deciso di farne una serie con la cronaca delle partite più divertenti. domenica scorsa ho assistito anche io all’epocale scontro fra l’AIR Avellino e la Montepaschi Siena. visto l’enorme afflusso di gente (biglietti esauriti in tutti i settori) ci rechiamo al palazzo molto prima per accaparrarci quello che è ormai il "nostro posto". la tensione si taglia a fette e noi in tutto quel tempo (più di un’ora) di fette ce ne facciamo molte. un grande telone bianco-verde ci ricopre e richiede il nostro sostegno (che però ci fa perdere la presentazione). infine il tanto atteso scontro comincia fra l’assordante tifo del pubblico che finisce per disiorientare entrambe le squadre che giocano con nervosismo tutta la partita ben sapendo che la vittoria era questione di pochi punti. i nostri un pò subiscono un pò contrattaccano ma senza continuità di gioco per tutto il primo tempo. allo scadere del secondo quarto abbiamo la possibilità di andare in vantaggio con una tripla, la realizziamo…esultiamo…troppo tardi: canestro nn valido. la nostra unica tripla del primo tempo entra quando il gioco è già finito, però siamo in parità sul 35 a 35. nella pausa sugli spalti si commenta la partita e si aspetta il secondo tempo con impazienza. la partita ricomincia ancora più accanita fino a quando i nostri nn si scatenano con una serie impressionante di triple che ci porta avanti. questa volta ho pensato di nn mettermi più sotto i cappotti che in queste occasioni rovinano inevitabilmente per terra ma di stare più a centro per stare più tranquillo, così pensavo. avevo fatto i conti senza l’oste perchè in quel posto la baruffa esultante è ancora più scalmanata e così, fra un abbraccio e uno spintone, "caddi come corpo morto cade". mi ritrovo seduto sul gradone e dopo un pò riesco a rialzarmi. intorno è tutta una festa, il tifoso A intanto ha ripreso i suoi salti mortali all’indietro (ancora scientificamente inspiegabili) che lo fanno scomparire (quasi ne fosse divorato) dalla folla dietro di noi. il tifoso S invece è nel pieno di una visione mistico-religiosa-estatica con i pugni chiusi rivolti verso l’alto proprio come se avesse innanzi agli occhi il più profondo e inconfessabile dei sogni,  il tifoso GF (che nn è il Grande Fratello, tanto per intenderci) si gira verso gli altri tifosi e dà indicibili manifestazioni di godimento. gli avversari però nn mollano di certo la loro imbattibilità e continuano a fare strage sotto canestro. quasi ci raggiungono quando il nostro play, messo alle strette, fa un balzo all’indietro, si piega quasi a 90 gradi e smanaccia la palla verso il cesto. è un tiro parabolico che sembra una sfida alle più fondamentali leggi della fisica, la palla nn sembra intenzionata a scendere quasi fosse sostenuta dallo sguardo magnetico dei cinquemila presenti, sembra un momento interminabile fino a quando nn decide di sottomettersi di nuovo alla legge di gravità iniziando la sua discesa che finalmente termina nel centro geometrico del canestro senza nemmeno sfiorare la retina. il pubblico è ammutolito, il grido che di solito accompagna la tripla tarda qualche secondo e in quegli attimi tutti si guardano fra loro. il tifoso GF si gira verso di me con gli occhi letteralmente fuori dalle orbite prima di esplodere come un petardo mentre tutta la curva diventa un grande abbraccio. ma la partita nn è finita, i nostri sn stanchi e perdono diversi possessi che permettono al Siena di raggiungerci di nuovo sul pari…l’impresa a quel punto sembra di nuovo impossibile e si va ai tiri liberi freddamente realizzati dai nostri. ma il pubblico c’è ancora. nn c’è più differenza fra il campo e gli spalti, fra i giocatori e gli spettatori, fra i titolari e le riserve: si vince e si perde tutti insieme. ad un tratto gli avversari si arrendono e crollano come un colosso d’argilla messo di fronte alla sua intrinseca debolezza, finalmente Golia cade ai piedi di Davide che diventa il re e lo è davvero (almeno per quella sera). intanto noi ci guardiamo ancora increduli e realizziamo che l’ineluttabile ha ceduto per una volta il posto all’impossibile che diventa possibile.

Alleghiamo qualche video del mitico tiro e della partita:

http://it.youtube.com/watch?v=kdhiswDe2yc

http://it.youtube.com/watch?v=cemfU6hT5Yw

http://it.youtube.com/watch?v=AZNEBR_oTJc

Annunci

4 Responses to Cronaca di un tifoso fai da te II

  1. @итσиισ says:

    MARQUES GREEEEEEEEEN!!!!!(il prossimo figlio si chiamerà, vincenzo, come il patron) ….. cosi voglio iniziare… una partita oltre il possibile, dedicando a tutti i tifosi uno spettacolo oltre alla semplice partita in casa !!!!! e se tutti dicono che siamo la squadra rivelazione, tutti sanno e lo continueranno a sapere ke noi, ma solo noi abbiamo affondato la mitica MP Siena, fino ad ora mai caduta (18 partite consecutive vinte) e mai distrutta, riuscendo a conquistare non solo il primo posto in classifica, ma anke un posto nelle top 16 dell’eurolega!!! ma noi , noi abbiamo suonato a loro l’eurolega , alla fine della partita, infatti si vince con le note delle EUROLEAGUE DEVOTION e con il coro ercolino portaci in europa, ormai , realizzando quello ke per noi era impossibile: la coppa italia, i play-off( se si continua di questo passo) , magari anke lo scudetto e/o eurolega/uleb cup!!! questa partita(conclusasi 79-73 per l’air) in poke parole entrerà si nella storia irpina, ma anke in quella nazionale, ricordandoci come squadra rivelazione e l’unica squadra ad aver rotto il grande muro ke siena aveva costruito!!! vabbè ora ti lascio mi raccomando voglio anke la III edizione. ciao 

  2. simone says:

    MITICO ETTORUCCIO!!! NE FARAI ANCORA DI CAPITOLI PER QNTO è FORTE QSTA SQUADRA!!….ABBIAMO BATTUTO LE MACCHINE "QUASI PERFETTE"!!…CLAMOROSO AL PALADELMAURO DAVVERO!!
    MA CON QSTA SQUADRA QUI PIù NULLA è CLAMOROSO….MAMMAMIA:d
    ALLA FINE LA GENTE CHE PIANGEVA….E VEDERE PER LA PRIMA VOLTA DA 1 ANNO A QSTA PARTE SGUARDI DELUSI E PERSI DI SIENA…FINALMENTE HANNO ASSAGGIATO L’AMARO GUSTO DELLA SCONFITTA!! FORZA LUPI!!

  3. giovanni says:

    Mitico Barra, come al solito. Mi dispiace solo che nn hai notato il pianto pieno di godimento da giamaicano del tifoso Al… e hai mancato di riferire delle continue molestie sessuali GHEI che ti sono state fatte durante tutto il corso della partita…

  4. Ettore says:

     
    Hai ragione, caro John. meno male che ci sei tu a colmare le lacune della mia ricostruzione…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: