Le follie di una città

 

La città vive un grave momento di sbandamento, funestata da vari eventi voluti e nn voluti. forse questo è il primo Natale dove alle luminarie e alle varie decorazioni natalizie si sono affiancate tonnellate di spazzatura. purtoppo questo è il risultato dello strapotere locale dei verdi che da anni imperversano incontrastati nelle loro follie più varie. qui di verde si vedono solo i sacchetti della spazzatura ammucchiati in maniera selvaggia e dove i topi regnano. i verdi infatti hanno impedito a tutta la regione di affrontare la questioni rifiuti in maniera razionale seguendo le modalità di smaltimento rifiuti del resto del paese. nn vogliono i termovalorizzatori perchè per loro inquinano, mentre le cataste di immondizia nelle città sono ovviamente salutari. a questo si somma poi la particolare condizione della città che pure ha una mentalità molto particolare. qualche anno fa si cominciò a dire che la "città giardino" nn poteva tollerare la vista dei cassonetti che così furono aboliti…e la spazzatura vi chiederete? furono disegnati sui marciapiedi dei rettangoli gialli dove DEPOSITARE PER TERRA LA SPAZZATURA. così se uscivate la sera, anche nei giorni festivi e anche nel centro città, potevate ammirare la spazzatura della "città giardino" finalmente liberata dagli odiosi cassonetti con "profumi" connessi. dopo un pò la ragione rifece il suo ingresso e i cassonetti furono liberati dall’esilio…ma era troppo tardi. i riquadri gialli rimasero e la gente ci aveva fatto l’abitudine, che permane ancora oggi.

Abbiamo analizzato, a livello regionale e cittadino, la follia spazzatura ma ce ne sono altre. una è senza dubbio quella prodotta dalla "logica della spesa a ogni costo" dovuta al fiume di soldi proveniente dall UE per le opere pubbliche. la città si stava ristabilendo e viene improvvisamente sommersa da cantieri a destra e a manca, al centro come in periferia. e poi per cosa? per un folle tunnel sotterraneo in una città di 54000 ABITANTI. così il traffico è completamente bloccato: quindi niente auto. quindi andate a piedi? nn ve lo consiglio…tonnellate di spazzatura incombon sulla vostra testa come la spada di Damocle. questo è quanto per questo Natale…ma la speranza vive ancora…(nell’aula di un tribunale).

Annunci

3 Responses to Le follie di una città

  1. simone says:

    effettivamente….nn la devono chiamare "città in cantiere"….ma "città un cantiere"!
    ma poi la follia di fare 3-4 progetti in contemporanea….almeno li facessero in tempi diversi…vabbè vedremo che ne uscirà…il sindaco è cosi ottimista…vorrei tanto esserlo anche io….vabbè ti saluto mitico barra…:D tifa forte oggi per l’air!!

  2. Ettore says:

     
    Hai pienamente ragione caro Simon, i cantieri in contemporanea sono purtroppo dovuti alla scadenza che avevano i fondi UE per cui si è deciso di fare tutto insieme. questa chiaramente è solo una spiegazione e nn certo una giustificazione perchè nn si può buttare all’aria un’intera città solo per nn perdere dei fondi (usati poi molto male per progetti inutili o dannosi come il tunnel sotterraneo che resta in un alone di mistero visto che si capisce dove parte ma nn dove sbuca e quanto è profondo, in una zona sismica come la nostra).

  3. giovanni says:

    Più che città giardino sembra una città tombino. Vi annuncio che la definizione di "città tombino" è posta da me sotto copyright e chiunque la volesse usare deve pagarmi 2.50£ iva esclusa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: